Demagogia alle stelle

Un’ unica domanda al ministro Di Maio. Come si concilia la tutela del lavoro, declinata in un decreto Salva Ilva in attesa di pubblicazione,  e che protegge di fatto solo gli interessi del nuovo gestore,  con un programma politico a lungo termine, capace di tutelare l’ambiente, e di riflesso la salute, dell’intera nazione? Perché la questione ambientale  è soprattutto una questione sanitaria. E su questa correlazione si riflette ben poco.

E non sarà una equidistanza tra le varie proposte, capace di disimpegnarvi dalle responsabilità di una linea politica al rimorchio della Lega, salvo strizzare ancora l’occhio alla passata gestione, che salverà le poltrone ancora attaccate al culo. O la concessione di autonomie regionali,  con l’impegno  in investimenti infrastrutturali al Sud, ossia   grandi opere a rischio infiltrazione mafiosa. Nè tantomeno la creazione di  una Banca per il Mezzogiorno, riesumando l’idea della “tanto cara” Cassa del Mezzogiorno, vecchio cadavere che “tanto bene” ha fatto al Sud.

Il  + 20 % di mortalità infantile registrato nell’area ionica  rispetto alla media regionale, dato parziale e sottostimato,  non è un qualcosa su cui intervenire con proposte demagogiche che tutelino ancora gli interessi dei poteri forti.

E il decreto Salva Ilva,  se mai  vedrà la pubblicazione,  servirà  solo a prolungare lo sfruttamento e l’agonia di una azienda, con gravi carenze in termini di sicurezza,  e che mai sarà “ambientalizzata”,  perché  qualsiasi intervento imporrebbe il blocco del ciclo produttivo. Il Salva Ilva si traduce in una tutela degli interessi aziendali a discapito della sicurezza sul lavoro e della tutela della salute.

Gli uomini dell’Ilva, come la popolazione di Taranto e della sua provincia,  sono solo carne da macello da sacrificare alla Ragion di Stato. Lo Stato si declina in infiniti modi. Basta solo imparare ad accettarlo….O forse no.

1 Comment

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...