Buon anno

Attiviamo oggi il sito  Vite di Acciaio,  visionabile cliccando sul seguente link . All’interno del sito che stiamo approntando, oseremo raccontarvi  la quotidiana realtà di  Taranto. Una città devastata dall’abbandono e dall’incuria.

Nei prossimi giorni renderemo pubblico un percorso fotografico sulla città, per aggiungere, nei prossimi mesi, articoli di storia che definiranno le fasi alterne dell’acciaieria, dalla iniziale costruzione sino alle vicende più attuali, articoli intervallati dai “racconti” di vita di quanti abbiano subito  danni da inquinamento o abbiano perso i propri cari.

Racconti che saranno indicati con il  codice 048, codice che indica l’esenzione dal pagamento del ticket per gli ammalati oncologici il cui numero, al 2018, è attestato sugli 11256 casi solo su Taranto,  a cui vanno aggiunti i 764 casi di Statte e i 2571 di Martina Franca.

Dal conteggio abbiamo escluso la maggior parte dei comuni che circondano Taranto,   anch’essi esposti a fonti di inquinamento,  e paesi di residenza di numerosi operai del siderurgico.

Inutile dire che i dati andrebbero incrociati con indicazioni relative a patologie, durata dei ricoveri e trattamenti terapeutici per avere una precisa indicazione sulle neoplasie realmente imputabili al siderurgico. Il codice 048 può essere inoltre attribuito anche a patologie in fase di risoluzione o benigne, ma, in linea di massima, osservando l’andamento dei dati, che attestano il numero più alto di casi di patologie tumorali, oltre tremila,  nei quartieri   strettamente  limitrofi  al siderurgico, con una incidenza di 1 malato su 18 persone,  si può avere una idea di massima di quanto  accade a Taranto.

Il nostro pensiero  va oggi  a quanti  trascorreranno questi giorni  in ospedale,  a causa delle conseguenze di  inopportune e miopi scelte politiche.

Dedichiamo Vite di Acciaio a Nicoletta Dosio, storica militante No Tav,  docente in pensione di 73 anni, arrestata in questi giorni, a tutti gli attivisti politici e veri ambientalisti   che,  in questi anni, hanno cercato, se pur invano,  di tutelare il  territorio italiano,  e al piccolo L., vittima inconsapevole di un sistema cinico. Uno tra i tanti 048, deceduto per tumore al cervello.

 

_DSF7364_1

Submit a comment

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...